Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l’acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Piano degli impianti pubblicitari

Visualizzazioni

4

Ultimo aggiornamento:

giovedì 19 agosto, 2021

Gli impianti pubblicitari di cui all’art. 23 del Codice della Strada sono soggetti ad autorizzazione, rilasciata nel rispetto dei presupposti e delle condizioni stabilite dal Piano Generale degli Impianti Pubblicitari, adottato dal Comune nel cui territorio l’impianto viene collocato.

Pertanto, in linea generale e fatti salvi specifici divieti, limitazioni, prescrizioni posti dal Piano, gli impianti possono essere:

  1. permanenti, costituiti da manufatti saldamente ancorati a terra o a struttura in elevazione;
  2. temporanei, costituiti da manufatti posati provvisoriamente sul suolo pubblico per una durata temporale.

Il Piano può fissare puntuali divieti, prescrizioni e limitazioni, anche relative a forme, materiali, colori, distanze.
In linea di massima, gli impianti devono rispondere, nella struttura e nel loro insieme, alla capacità di resistenza ai sovraccarichi, agli urti ed in generale ai fenomeni dinamici in tutte le prevedibili condizioni di esercizio.

Il posizionamento deve consentire la perfetta visibilità di semafori, incroci, segnali stradali di pericolo ed attraversamenti pedonali e garantire un passaggio libero conforme alle normative sull’abbattimento delle barriere architettoniche negli spazi pubblici.

Accedi al servizio

Dopo aver ottenuto l’autorizzazione paesaggistica semplificata per la pubblicità permanente, per ottenere l’autorizzazione occorre inviare DOMANDA PER INSTALLAZIONE MEZZI PUBBLICITARI tramite il portale impresainungiorno,it con i seguenti allegati:

  • documentazione fotografica del luogo interessato dall’installazione; - fotomontaggio, sulla scorta delle foto di cui sopra, indicante l’esatta posizione dell’impianto previsto;
  • bozzetto grafico a colori, riportanti le dimensioni, i materiali, le caratteristiche tecnico-costruttive dell’impianto, nonché il testo per esteso del messaggio pubblicitario;
  • estratto planimetrico della zona della città, riportante il punto di installazione dell'impianto;
  • nulla osta dell’amministratore o del proprietario dell'immobile interessato dall’installazione dell’impianto;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione relativa alla sicurezza e alla stabilità dell'impianto con copia del documento di riconoscimento del sottoscrittore;
  • attestazione dell’avvenuto versamento dei corrispettivi e dei diritti di istruttoria.
Accesso online

https://www.impresainungiorno.gov.it/

Costi e vincoli

Deliberazione annuale delle tariffe, diritti e proventi dei servizi comunali; occorre allegare n. 2 marche da bollo da euro 16,00.

Ulteriori informazioni

Confermato

- D. Lgs. 507/93 “Revisione e armonizzazione dell’Imposta comunale sulla Pubblicità”; - D. Lgs. 285/92 “Nuovo Codice della Strada” e relativo Regolamento di attuazione; - Regolamento Comunale per la Disciplina della Pubblicità e Delle Affissioni e per l’applicazione dell’Imposta sulla Pubblicità e del Diritto sulle Pubbliche Affissioni; - Deliberazione del Consiglio Comunale n. 27 del 29/07/2010 “Approvazione nuovo Piano degli Impianti Pubblicitari; - Deliberazione del Consiglio Comunale n. 15 del 20/3/2012 “Approvazione del Piano Tecnico Distributivo del Piano degli Impianti Pubblicitari”.

Ultimo aggiornamento

19/08/2021