Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l’acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Il 5 per mille al tuo Comune a sostegno delle Politiche Sociali

Data di pubblicazione:

mercoledì 16 giugno, 2021

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

lunedì 26 luglio, 2021

Anche per quest’anno è possibile destinare il 5×1000 dell’Irpef al proprio Comune di residenza per iniziative sociali che sostengono con un aiuto concreto la comunità.

E’ un piccolo gesto di grande valore, in quanto permette di aiutare sul territorio chi è in difficoltà.

Destinare il 5×1000 non comporta alcun onere aggiuntivo per il contribuente e per assegnarlo al comune di residenza è sufficiente firmare nell’apposito riquadro della dichiarazione, dove sta scritto “sostegno delle attività sociali svolte dal comune di residenza“.

Anche chi è esonerato dall’obbligo di presentazione della dichiarazione, può effettuare la scelta per la destinazione del 5 per mille al proprio Comune, senza alcun tipo di onere da parte del contribuente, presentando la scheda, in busta chiusa, entro il 30 novembre 2021:

  • allo sportello di un ufficio postale che provvederà a trasmettere la scelta all’Amministrazione finanziaria. Il servizio di ricezione della scheda da parte degli uffici postali è gratuito e l’ufficio postale rilascia un’apposita ricevuta;
  • a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (professionista, Caf, ecc.). Quest’ultimo deve rilasciare, anche se non richiesta, una ricevuta attestante l’impegno a trasmettere la scelta. Si precisa che l’intermediario ha facoltà di accettare la scheda e può chiedere un corrispettivo per l’effettuazione del servizio prestato;
  • direttamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia.La busta da utilizzare per la presentazione della scheda deve recare l’indicazione “Scheda per le scelte della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef”, il codice fiscale, il cognome e nome del contribuente. La scheda deve essere integralmente presentata anche se se è stata espressa soltanto una delle scelte consentite (8, 5 o 2 per mille dell’Irpef).

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

26/07/2021