Attribuzione numero di matricola ascensore  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :  

Per utilizzare l'impianto di elevazione è necessario presentare la comunicazione per la messa in esercizio e il suo aggiornamento (articolo 12 del Decreto del Presidente della Repubblica 30/04/1999, n. 162) con  richiesta del numero di immatricolazione.

Gli impianti di riferimento sono:

Ascensori
È una cabina con comandi interni che collega i diversi piani di un edificio. È mossa da un motore e si sposta lungo guide rigide, la cui inclinazione sull'orizzontale è superiore a 15 gradi. L’ascensore può trasportare:
•    solo persone
•    sia persone che cose
•    soltanto cose se la cabina è accessibile, cioè se una persona può entrarvi senza difficoltà, altrimenti è considerato montacarichi.
Montacarichi
È una cabina a motore di portata superiore a 25 kg che collega i piani di un edificio e che si sposta lungo guide rigide con un’inclinazione sull'orizzontale superiore a 15 gradi. Il montacarichi trasporta solo cose e nella maggior parte dei casi è inaccessibile alle persone. Anche se, vista la grandezza dell’apparecchio, una persona potrebbe entrarvi senza difficoltà, il montacarichi non deve comunque essere utilizzato per il trasporto della persona e non deve essere munito di comandi situati al suo interno.
Piattaforma elevatrice per disabili
È una cabina a motore che collega i piani di un edificio e che si sposta lungo guide rigide con altezza superiore a due metri. È destinata al trasporto di persone disabili.
Altri apparecchi
Non rientrano in queste categorie i seguenti apparecchi (articolo 1 del Decreto del Presidente della Repubblica 30/04/1999, n. 162):
•    gli apparecchi di sollevamento la cui velocità di spostamento non supera 0,15 m/s, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 30/04/1999, n. 162
•    gli ascensori da cantiere
•    gli impianti a fune, comprese le funicolari;
•    gli ascensori appositamente progettati e costruiti a fini militari o di mantenimento dell'ordine
•    gli apparecchi di sollevamento dai quali possono essere effettuati lavori
•    gli ascensori utilizzati nei pozzi delle miniere
•    gli apparecchi di sollevamento destinati al sollevamento di artisti durante le rappresentazioni
•    gli apparecchi di sollevamento installati all’interno di mezzi di trasporto
•    gli apparecchi di sollevamento collegati ad una macchina e destinati esclusivamente all'accesso ai posti di lavoro, compresi i punti di manutenzione e ispezione delle macchine
•    i treni a cremagliera
•    le scale mobili e i marciapiedi mobili.

Gli apparecchi devono soddisfare i requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute previsti dall'Allegato I del Decreto del Presidente della Repubblica 30/04/1999, n. 162.
Gli ascensori e i componenti di sicurezza muniti di marcatura CE (Conformità Europea) e accompagnati dalla dichiarazione CE di conformità (Allegato II del Decreto del Presidente della Repubblica 30/04/1999, n. 162) rientrano nella norma.
Manutenzione
Per conservare l'impianto e il suo normale funzionamento, il proprietario o il suo legale rappresentante devono affidare la manutenzione di tutto il sistema a un soggetto specializzato (articolo 15 del Decreto del Presidente della Repubblica 30/04/1999, n. 162). Il soggetto specializzato può essere:
•    una persona munita di certificato di abilitazione
•    una ditta specializzata
•    un operatore comunitario con apposita specializzazione.
Tutti devono intervenire con personale abilitato.

DOVE RIVOLGERSI :  

UFFICIO S.U.A.P.

Palazzo Comunale, Piazza Mazzini, 19

COSA OCCORRE FARE PER :  

Per ottenere l´attribuzione del numero di matricola ascensore occorre inviare la richiesta, redatta su apposito modulo.

QUANDO :  

entro dieci giorni dalla data della dichiarazione di conformità dell´impianto.

TEMPI :  

entro dieci giorni dalla richiesta.

COSTI :  

(Deliberazione di Giunta Comunale n. 45 del 27.5.2015) Rilascio numeri matricola ascensore Euro 10,00 modalità di versamento: tesoreria della Città di Cardano al Campo: Agenzia 01225 ­ Banca Popolare di Milano, via Roma 73, 21010 Cardano al Campo (VA) - IBAN: IT52S0558450070000000000610 Conto: 00610 ABI: 05584 CAB: 50070 BIC: BPMIITMMXXX Oppure C/c 20006219 Intestato a COMUNE DI CARDANO AL CAMPO

NORMATIVA :  

- D.P.R. 24 dicembre 1951, n. 1767;
- Decreto Ministeriale 9 dicembre 1987 , n. 587;
- D.P.R. 28 marzo 1994 , n. 268;
- Circolare 14 aprile 1997, n. 157296 MININDUSTRIA
- Direttiva 2006/42/CE.

RESPONSABILE :  

Sabrina Bianco

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile