C.U.G.  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :  

Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni - (C.U.G.)

L'articolo 57 del D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 prevede e disciplina la costituzione del Comitato Unico di Garanzia oltre ad indicare i compiti ad esso spettanti.

Le "linee guida" sulle  modalità di funzionamento dell'organo sono state adottate con direttiva del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione e del Ministro per le Pari Opportunità.

Il Comitato Unico di Garanzia del Comune di Cardano al Campo è stato costituito in data 17 luglio 2011 ed è stato rinnovato per decandenza dei termini di legge con provvedimento del Servizio Personale n.49/2015 del 2 dicembre 2015 e rimmarrà in carica 4 anni.

Il Comitato unico di garanzia esercita i compiti propositivi, consuntivi e di verifica, nell'ambito delle competenze allo stesso demandate dalla noramativa. Promuove, altresì, la cultura delle pari opportunità ed il rispetto della dignità della persona nel contesto lavorativo, attraverso la proposta, agli organismi competenti, di piani formativi per tutti i i lavoratori e tutte le lavoratrci, anche attraverso un continuo aggiornamento per tutte le figure dirigenziali.

L' organismo assume tutte le funzioni che la legge e i contratti collettivi attribuivano ai Comitati per le Pari Opportunità e ai Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing e rappresenterà un interlocutore unico, al quale i lavoratori potranno rivolgersi nel caso subiscano una discriminazione e vogliano porvi rimedio

Il funzionamento dell'Organo è disciplinato dal  regolamento in vigore dal 14.09.2011.

Il C.U.G., entro il 30 marzo di  ciascun anno di mandato,  redige una dettagliata relazione sulla situazione del personale dell'Amministrazione di appartenentza, riferita all'anno precedente, da inviarsi ai veritici politici e amministrativi dell'Ente di appartenenza, riguardante l’attuazione dei princìpi di parità, pari opportunità, benessere organizzativo e di contrasto alle discriminazioni e alle violenze morali e psicologiche nei luoghi di lavoro – mobbing.

DOVE RIVOLGERSI :  

UFFICIO ANAGRAFE

Palazzo Comunale, Piazza Mazzini, 19

COSA OCCORRE FARE PER :  

Presentare richiesta scritta e motivata, via mail o tramite i referenti.

QUANDO :  

Ogni volta che il soggetto ravvisi una discriminazione e voglia porvi rimedio

NORMATIVA :  

Art. 57 Decreto Legislativo 30/03/2001 n. 165 e successive modifiche.
Linee guida del Ministero della Pubblica Amministrazione e l′innovazione e del Ministro per le pari opportunità del 04/03/2011.
Regolamento C.U.G. del 14/09/2011.

RESPONSABILE :  

Tiziana Gobbato

Versione Stampabile Versione Stampabile