I.C.I. Imposta comunale sugli immobili  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :  

Dal primo gennaio 2012 l’imposta comunale sugli immobili (ICI) e l’IRPEF con le relative addizionali regionali e comunali sui redditi fondiari per immobili non locali, sono sostituite dall’Imposta Municipale Propria di tipo sperimentale (IMU).

Dal 01.01.2012, quindi, non esiste più l’ICI e le norme che la riguardano contenute nel D.Lgs. 504/1992 e successive modifiche ed integrazioni, se non espressamente richiamate dall’articolo 13 del D.L. n. 201/2011 convertito dalla L. 214/2011 (c.d. Decreto Salva Italia), non possono ritenersi applicabili alla nuova imposta.


L´ICI è dovuta:
- dal proprietario dell´immobile
- dal titolare del diritto d´uso, abitazione, usufrutto, enfiteusi, superficie
- dal locatario di contratti di locazione finanziaria (leasing)
- dai concessionari di aree demaniali.


Per immobile si intende: fabbricato, area fabbricabile, terreno adibito all´esercizio di attività agricole.

Soggetto a favore del quale è dovuta l´imposta: l´imposta è dovuta al Comune in cui l´immobile è ubicato.
A decorrere dal 01 gennaio 2008 è stata introdotta, con decreto legge 27.05.2008 n. 93, l´esenzione ICI per l´unità immobiliare adibita ad abitazione principale (*) e le sue relative pertinenze ( box, cantine e lavanderie accatastate nelle categorie C6-C2-C7).
L´esenzione si applica anche per gli immobili concessi in uso gratuito a parenti ( preventivamente autorizzati).
Sono esclusi dal beneficio fiscale gli immobili di categoria catastale A1-A8-A9 e le loro pertinenze.

(*) Abitazione principale è quella in cui il soggetto passivo risiede in conformità alle risultanze anagrafiche. E´ intesa altresì anche quella in cui il soggetto passivo è domiciliato per motivi di studio e lavoro, debitamente documentati e che tale agevolazione non sia stata applicata su altri immobili situati sul territorio nazionale - art. 14 comma 1 Regolamento Comunale ICI.

Modalità di versamento:

Dal 01.01.2012 la riscossione dell’ ICI ( autotassazione e avvisi di accertamento) è effettuata esclusivamente tramite:

- bollettino di versamento su c/ c postale n. 20006219 intestato a COMUNE DI CARDANO AL CAMPO TASSE CONCESSIONI COMUNALI (con addebito commissioni postali);

- tramite MODELLO F24 compilando la sezione “ICI ed altri tributi locali”, senza addebito di commissioni a carico del contribuente. Il modello è disponibile presso gli uffici postali e presso gli sportelli bancari.

Nella sezione “ ICI ed altri tributi locali” dell’F24 inserire i seguenti codici:

Codice catastale del Comune di Cardano al Campo B754

Codici Tributo:

3940 ICI Abitazione principale
3941 ICI Terreni agricoli
3942 ICI Aree fabbricabili
3943 ICI Altri fabbricati
3906 ICI Interessi
3907 ICI Sanzioni

DOVE RIVOLGERSI :  

UFFICIO TRIBUTI

Palazzo Comunale, Piazza Mazzini, 19

RESPONSABILE :  

Franca Murano

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile